Home

Racconti

Poesie a verso libero

Poesie in metrica

Haiku - katauta - sedoka- senryu - tanka - baishu

Poesie in metrica keiryu

Concerning Tolkien

I miei e book

Pagine speciali: articoli, poesie e recensioni ed eventi

Poesie dedicate al Carnevale

Poesie dedicate al Natale e all'Inverno

Delle rose e di altri inverni”, la mia rubrica poetica per Il segnalibro (ArgoLibro casa editrice)

Link
Poesie e racconti di Eufemia
A mio figlio
Dedicato alle donne
Driadi
Era ieri?
Festa del papà
Fiore perfetto
Invisibili mondi - a mio figlio
I segnalibri di Occhi di Argo sui quali scrivo anche io
I segnalibri di Occhi di Argo 2017
La dama del Lago
La mia recensione alla fotografa IRENE LEO
La mostra dedicata a DRACULA con le mie poesie
Poesie d'amore sul sito www.partecipiamo.it
1982 di Lucia Griffo
Ricordando Palermo, viaggio attraverso lo sguardo di una turista, di Eufemia Griffo
Pagina della PRIMAVERA su WORD TAG
Primavera su Partecipiamo.it
Recensione a "Curandoti tra i cicli" silloge poetica di Francesco Sicilia
Romeo and Julieth di Eufemia Griffo
Romeo and Julieth di Fabrizio Corselli
Tanabata Matsuri
Un'anima in bianco e nero, di Fabrizio Corselli
L'arte che ha significato
Recensione a Davide Benincasa
Recensione a "La scatola dei ricordi" a cura di Massimo Baldi
Recensione al mio libro "La scatola dei ricordi" a cura di Susanna Varese
L'alba degli dei omaggio ad Agropoli, poesia tra le vincitrici del concorso Keramos
La cerimonia del tè o Cha no yu
Keramos, l'articolo di giornale in cui si parla di me
Lady Hawke - breve recensione al film
Brocéliande, l'antica foresta
Henry Hasting e Il segreto, di Charlotte Brontë : le mie recensioni per Occhi di Argo
Menzione d'onore per me da parte della The Brontë Society i inglese
Le storie di Topo Tobia - Recensione al libro di Susanna Varese
Petali del passato aprile 2012 - Senz'anni né nome, ai partigiani

Petali del Passato, dal multiblog La Nostra commedia

 

 

Petali del Passato

 

 

Per la rubrica il “Petalo del Passato” del mese di  Aprile 2012 è stato scelto il  brano:

Senz’anni, né nome – Ai partigiani
di
Eufemia Griffo

Sui monti lontano,
ricordando canzoni
di  quand’ero bambino
bocca sporca di ciliegie
capelli spettinati
nei campi d’estate.
Calpestati sono i giorni
dalla morte silenziosa
nero fuoco
che ha bruciato l’infanzia
e  desideri di  fanciulle,
corpi inermi
sulle piazze
urlanti vendetta e  nome di madri.
Di notte,
solitario tra fronde
di  bosco senza vita,
tra le braccia il fucile

ricerco il mio volto
nell’acqua di fiume
macchiata  di rosso.
Senz’ anni
né nome
la giovinezza
solo un fantasma
i  sogni smarriti
pietà calpestata
un fiore reciso
senza colori.
*
Eufemia – aprile 2008


Recensione a cura di Rosemary3


Recensione a cura di Rosemary3
Il brano scelto per il ‘Petalo del Passato’ del mese di aprile è “Senz’anni nè nome – Ai Partigiani” di Eufemia Griffo.
Scrittrice e poetessa, cura personalmente “Memorie di una Geisha”, multiblog che ospita esclusivamente poesie in metrica giapponese (http://eueufemia.wordpress.com).
Collabora attivamente con vari gruppi di scrittura, portali letterari, come “Raccontare.com” e riviste di cultura letterarie, tra cui “Refolo”, diretta dallo scrittore Alessandro Troisi.
Ha pubblicato varie sillogi di poesie.
Con questo brano l’autrice ha voluto rappresentare, agli occhi dei lettori, il contrasto tra la spensieratezza che avrebbe dovuto caratterizzare interamente l’infanzia del protagonista e il disincanto che, partorito dalle disastrose vicende di una guerra che ha coinvolto milioni di innocenti, ne ha invece rivendicato il possesso.
Il componimento, infatti, è stato pubblicato su “La Nostra Commedia” il 25 aprile per ricordare un passato relativamente recente che indubbiamente ancora vive in tutti noi…
I suggestivi versi ci proiettano nella precariamente felice e spensierata fanciullezza del protagonista, trascorsa fra liete scorribande nei “campi d’estate” con la “bocca sporca di ciliegie” e “capelli spettinati”…
Ma la leggiadria di quei dì, fulminata fu da morte inerme che con “nero fuoco” e desideri, si tramutò con violenza in prematura fine di giovani vite e sogni di fanciulle…
E, nella notte, solingo, tenta ancor di ritrovar se stesso, specchiandosi in un fiume sporco del sangue di eroi senza volti: la giovinezza, effimera realtà, senza “nome nè anni”, rimane fantasma senza volto…
Ringraziamo l’Autrice per aver fatto dono di una rara perla poetica…
Video a cura di Jalesh, cliccare sull'immagine  qua sotto



http://youtu.be/wLcNJpJZeEg

HomeRaccontiPoesie a verso liberoPoesie in metricaHaiku - katauta - sedoka- senryu - tanka - baishuPoesie in metrica keiryuConcerning TolkienI miei e bookPagine speciali: articoli, poesie e recensioni ed eventiPoesie dedicate al CarnevalePoesie dedicate al Natale e all'InvernoDelle rose e di altri inverni”, la mia rubrica poetica per Il segnalibro (ArgoLibro casa editrice)Link